Anche le donne preferiscono le bionde.

Donne-Birre_image_ini_620x465_downonly

Tranquille belle morette…stiamo parlando di birra, bevanda per antonomasia leggera, poco alcolica e con poche calorie, che ormai il 67% della popolazione femminile adulta  italiana sembra preferire al vino. Insomma, la distanza tra stili di consumo maschili e femminili nei confronti della birra si sta riducendo: il popolo del boccale è composto da circa 36milioni di italiani, ovvero circa 20milioni di uomini e 16milioni di donne.

Il gentil sesso sembra avere un rapporto più responsabile nei confronti di questa bevanda, infatti solo il 4% rispetto al 10,7% degli uomini, dichiara di bere birra tutti i giorni mentre il 23,4% si limita a un consumo settimanale e un 35,3% si concede solo mensilmente un boccale.

Ma quando la donna preferisce  bere una “bionda”? Soprattutto in occasione di pranzi o cene fuori casa, sia nei giorni festivi che nei giorni feriali, e quasi mai al di fuori dei pasti.

Assobirra, Associazione degli Industriali della Birra e del Malto, ultimamente ha effettuato un indagine basata su un campione di popolazione femminile, che ha dichiarato di considerare questa bevanda molto democratica come un paio di jeans, ovvero easy, adatta a tutti e senza tante complicazioni.

Semplice ma non semplicistica , buona ma non snob o pretenziosa, economica, dissetante, poco alcolica e di conseguenza poco calorica, è facile comprendere come sia diventata in pochissimo tempo la bevanda preferita dalla generazione delle 30/40enni, nipoti e figlie di quelle donne che negli anni ottanta Renzo Arbore, protagonista della campagna pubblicitaria “Birra, io ti adoro” cercava di convincere a gustarsi una “bionda”. Se 30anni dopo l’Italia è al numero uno per birra addicted donne forse un pochino lo dobbiamo anche a lui.

Prosit ragazze!

Share